Ecco a cosa è servito Charlie Hebdo: la Francia è militarizzata, 10.000 soldati in strada

Il presidente francese Hollande ha affermato che l’allerta terrorismo in Francia è ancora alta, e ha annunciato che i 10.000 militari dispiegati in strada all’indomani dell’attentato terroristico (o dell’operazione CIA?) rimarranno in strada.

I controlli serrati pertanto continueranno. Controlli di strada che non si capisce in che modo siano utili contro il terrorismo, a meno che dopo le carte di identità lasciate in auto, non ci vogliano dire che i terroristi vanno in giro con un attestato in tasca dove annunciano di volere commettere attentati.
Le uniche indagini utili in questo ambito, sono quelle di intelligence: intercettazioni telefoniche e ambientali di soggetti particolari, legati a vario titolo al terrorismo. La militarizzazione invece serve per estendere il controllo sulla popolazione, e per far percepire alla gente una situazione di pericolo, reale o presunto che sia.
FATECI CASO: parlano di terrorismo, ma poi aumentano i controlli a 360° e non controlli mirati. Agli aeroporti hanno aumentato i controlli, in modo sistematico, anche su passeggeri che sicuramente non hanno niente a che vedere con il terrorismo. Se si presenta un’anziana 90 enne italiana con la famiglia, controllano di più pure loro. QUESTO è ANTITERRORISMO? OPPURE CONTROLLO GLOBALE? FATE VOI…

1 commento:

Anonimo ha detto...

Brutti segni , striamo entrando nel periodo iniziale della -strategia- continua della ^ Tensioone ^ Andate a V : F: C: tutti

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...