loading...

Una gigantesca nuvola di polvere emerge dall'atmosfera di marte

Il Mars Atmosphere and Volatile Evolution (MAVEN), una sonda della NASA destinata all’esplorazione della atmosfera marziana, ha osservato un inaspettato fenomeno: una nuvola inspiegabile di polvere con effetto “aurora boreale”
ad alta quota che però s’incunea profondamente nell’atmosfera del pianeta rosso. La presenza di polvere ad una altitudine orbitale, tra i 150 e i 300 km dalla superficie, non era stata preventivata finora. Sebbene rimangano sconosciute l’origine e la composizione della nube, sembra non ci siano pericoli per il MAVEN e le altre capsule in orbita. Laila Andersson, del Laboratorio dell’Atmosfera e Fisica dello Spazio di Boulder, in Colorado, ha dichiatato: “Se la povere proviene dall’atmosfera, ciò suggerisce che ci sta sfuggendo qualcosa sui processi nell’atmosfera marziana“. Possibili spiegazioni avanzate comprendono polvere proveniente dal Deimos e Phobos, i due piccoli satelliti marziani, o polvere interplanetaria accumulata dal vento solare oppure tracce di comete o altri oggetti cosmici. Forse anche un rimasuglio della cometa ISON C/2012 S1 o altre che abbiano transitato in prossimità di Marte. Non è ancora chiaro se si tratti di un evento temporaneo o un fenomeno duraturo. Nei miei articoli riguardanti il pianeta rosso, ho ripetutamente avanzato il sospetto che gli scienziati nascondano qualcosa sulla consistenza dell’atmosfera del pianeta. Io ho ipotizzato che la pressione atmosferica sia maggiore di quella che ci viene detta, quindi anche la temperatura media consentendo l’esistenza di acqua allo stato liquido. Ipotizzabile pure la presenza, sinora recisamente negata, di un campo magnetico marziano.

https://pianetax.wordpress.com/2015/03/25/sonda-della-nasa-rileva-nube-di-polvere-a-quota-orbitale-su-marte/

Nessun commento:

Posta un commento