E' UFFICIALE LA NASA HA OCCULTATO I VERI COLORI DI MARTE !!!


Il pianeta Marte è anche chiamato il pianeta rosso per via dell’abbondanza di ossido di ferro presente nelle sue rocce superficiali. E’ il colore che ci fanno vedere anche le immagini della Nasa.
Fin troppo rosso, il cielo è invece descritto come essere giallognolo-marroncino.Tra gli astrofili si stanno facendo strada dubbi circa l’autenticità cromatica delle immagini ufficiali.













Innanzitutto, perchè il pianeta ripreso da telescopi amatoriali non sembra così rossiccio come nelle fotografie della Nasa? Anzi, appare con venature di verde e azzurro?





La teoria dei colori artefatti, con cui verrebbe dipinto il pianeta, sarebbe in accordo con le immagini che mostrano macchie scure di vegetazione ( Foreste marziane ) e calotte di un qualche ghiaccio di colore azzurrognolo (Climatologia del Pianeta Rosso ).







Ecco alcuni esempi di foto comparate:











Zone molto scure appaiono evidenti anche nelle foto delle sondo, inispecie nella zona equatoriale, senza che vi sia fornita spiegazione convincente.





Se esistono su Marte esseri vegetali capaci di fotosintesi clorofilliana, cioè ossigeno nell’aria, il cielo non dovrebbe apparire giallastro come nelle foto che i vari robottini mandati sulla superficie ci inviano.







Del resto, la presenza di tanto ossido nelle rocce superficiali potrebbe suggerire che una discreta quantità di ossigeno molecolare (azzurro) sia presente nell’aria marziana. Oltre che per la ricombinazione della CO2 e altri composti dell’ossigeno che costituiscono per oltre il 95% l’atmosfera.











Anche immagini prese dal telescopio spaziale Huble contengono il colore blu (sopra) nell’atmosfera di Marte altrimenti assente nelle foto più conosciute (sotto).













Si può ipotizzare che se l’intento della astronomia canonica è nascondere la presenza di vita su Marte, l’ente spaziale americano possa avere alterato tramite filtri i veri colori del pianeta. Gli astronomi dovrebbero spiegare l’origine del colore azzurro del cielo marziano.











Perche' il terreno a sinistra è così pesantemente rossastro?





Numerosi studi effettuati sulle fotografie inviate dai centri di acquisizione paiono essere state “alterate” come a nascondere i toni verdi-azzurri che metterebbero in crisi gli scienziati intenti a convincere la popolazione che Marte è un pianeta morto, semplicemente un freddo e rosso deserto roccioso. La Nasa spesso definisce in “falsi colori” certe fotografie rossastre di Marte mentre sui libri e giornali la falsità dei colori viene omessa.









Comparazione tra colori dell'atmosfera terrestre e marziana ripresa da Hubble





Così come non viene precisato il motivo per cui le fotocamere a bordo di numerose sonde operano solo in colori alterati da filtri o addirittura in bianco e nero (!) come nel caso della sonda Rosetta.











Ci sono fotografie scattate dal “lander” del primo Viking del ‘76 che mostrano chiaramente toni di blu, basta analizzare le immagine con un qualsiasi software grafico, se uno non si fida del proprio monitor.





Ogni tanto emergono fotografie che sembrano realistiche le quali portano a anche una tematica poco discussa: il fatto che la luce sulla superficie marziana deve essere simile se non superiore a quella che illumina la superficie della Terra. Infatti, il pianeta rosso si trova circa 80 milioni di km più lontano dal Sole del nostro (ma ci sono solo 50 milioni di km tra il suo perielio e il nostro afelio) quindi, essendo la sua atmosfera molto meno spessa, una maggiore percentuale di luce dovrebbe raggiungere il suolo. La fotografia sotto mostra probabilmente l’autentico paesaggio marziano.










I veri colori di Marte (Viking 1). Giornata luminasa, cielo biancazzurro e suolo di un colore simile alle omologhe recco nostrane.
Se avete modo di osservare direttamente Marte con un telescopio fate voi la prova colore!

http://pianetax.wordpress.com/veri-colori-di-marte/

SEGUICI SU FACEBOOK!!!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

E mi viene da ridere.. Manco tanto però! Chissà se tutta questa preparazione nel mostrare -marte come fosse un pianeta che abbia la possibilità di ospitare vita umana come sta facendo la Nasa con la notizia del ritrovamento dell'acqua, come state facendo voi mostrando le foto false e dicendo che Marte è molto più simile al nostro pianeta. ha un determinato fine. Ricordo non a caso, il file con Nicolas Cage, dove alla fine per salvarsi dall'imminente disastro apocalittico sulla terra, scendevano gli alieni per prelevare coloro che si meritavano la salvezza portandoli in un altro pianeta.. questo è quello che state preparando? Che state piano piano cercando di inculcare per prepare chiunque al momento giusto? Bhè, attenzione a chi crede in ciò perché è proprio qui l'inganno! F.

Anonimo ha detto...

io osservai marte dal telescopio della specola a Teramo(oltre che dal mio scarso telescopio acquistato a natale 2005), ed era in prevalenza rosso con tonalità dal rosso scuro al rosso più chiaro, si vedeva del ghiaccio ai poli e non si vedeva un atmosfera di colore blu come voi dite!!E non credo proprio che l'astronomo(un anziano che gestisce quel telescopio) sia in combutta con la nasa!!!Dato che dei miei occhi mi fido, e ci mancherebbe altro direi...marte e come la nasa ce lo fa vedere, più o meno(perchè dipende dai filtri utilizzati).
Ci tengo a dire che nelle foto astronomiche si utilizzano dei filtri per far risaltare le particolarità del pianeta, che magari osservate con luce propria non fanno intravedere!
Evitate questi sensazionalismi da 4 soldi.

Anonimo ha detto...

La nasa sono solo un branco di imbecilli che vogliono ingannare l'umanità, marte non è affatto rosso, coglioni teledipendenti rimbambiti!

Herby3d ha detto...

Tutte str****te, come il falso allunaggio, o le città fotografate su marte...
Ma come fate a pubblicare certe cose?

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...